Nutri-Culture, il nostro partner in Francia, è …

• Un team multiprofessionale che ha basato il suo approccio su una competenza globale e condivisa, più volte premiato con una visione sociale, tecnica, cittadina e sostenibile di supporto.

• Una rete di cittadini, composta da attori sensibili alle questioni sociali e ambientali, reinventata di valori, tecniche per la responsabilità individuale e collettiva.

Dal 2018 Nutri-Culture è registrata nel campo dell’economia sociale e solidale (ESS).

Nutri-Culture desidera prendere in considerazione ogni progetto riflettendo sulla pertinenza e sulla coerenza della dimensione sociale, ambientale o economica, in modo che l’equità integri, oltre alla sostenibilità dell’azione, una reale intenzione che il progetto sia VIVIBILE per tutti: verso una riflessione etica e scelte sostenibili.

Una filosofia: considerare l’ecologia ben oltre il riciclo per ridurre le nostre impronte quotidiane e gli impatti ambientali adattando i nostri ordini, porzioni, gesti, posture, comunicazioni …

Tutti i membri del team si sono incontrati mentre cercavano un’attività che avrebbe permesso loro di lavorare in linea con i loro valori.

La base documentaria 

Nutri-Culture ha costruito una solida base documentaria, un’opera alla quale abbiamo preso parte, dopo aver sperimentato il suo approccio globale su 3 milioni di pasti, in conformità con le nomenclature in vigore, diffuse nel mondo.

Per promuovere i piaceri a tavola e combattere la denutrizione, abbiamo analizzato tutte le tecniche di cottura al fine di arrivare a una logica che consenta sia di guidare un badante domestico, sia di perfezionare le conoscenze tecniche di uno chef esperto che serve diverse migliaia di pasti al giorno.

L’approccio Nutri-Culture fa parte di una logica di responsabilità sociale delle organizzazioni, di riduzione di tutti gli sprechi, di valutazione delle capacità, di semplificazione delle competenze professionali per adattarle alla realtà dei badanti.

Abbiamo incontrato molte case in cui c’è poca o nessuna attrezzatura da cucina.

Allo stesso modo vi sono numerosi assistenti poco esperti che affrontano le difficoltà di coloro che soffrono di disturbi cumulativi. È per questo motivo che abbiamo scelto, attraverso questa base informativa, di:

• facilitare la comprensione dei tratti che riguardano le persone con disturbi di identificazione, comprensione, masticazione e deglutizione,

• Ridurre le modalità di cottura o di il riscaldamento di carne, pesce, verdure o legumi, in modo da renderli consumabili a prescindere dalle capacità di ciascuno e limitare l’uso sistematico di trame modificate,

• avvicinare la cucina (con ricette e tutorial) al bollitore, al microonde ecc.

• rendere accessibile a quante più persone possibile piccole salse, dessert arricchiti con ingredienti fatti in casa ecc …

Per chi?

Che tu sia un badante professionista o a domicilio, sia che rappresenti un’istituzione o un’azienda, Nutri-Culture ti offre un database completo di strumenti precisi e utili (identificazione dei disturbi, aiuto nella prescrizione, produzione di piatti adattati), schede informative, tutorial, interviste a specialisti, ricette, per combattere efficacemente i rifiuti (alimentari, tecnici, umani, gestionali) e ottimizzare tutti i mezzi per una maggiore coerenza e pertinenza.

I risparmi sulle spese curative, di per sé molto onerose, i costi relativi a cadute, ricoveri, cure di piaghe da decubito, acquisti di integratori alimentari orali… possono essere inseriti in una dimensione preventiva (formazione del personale, assunzione, acquisto di prodotti alimentari di migliore qualità).

Anche tu iscriviti ora al nostro database su www.nutri-culture.com e partecipa con noi alla promozione del piacere a tavola, a qualsiasi età, qualunque siano le tue facoltà.

Più informazioni? Ecco una dimostrazione illustrata, fare clic sul collegamento del nostro video di presentazione, o qui per un pdf.